martedì 25 luglio 2017

Recensione del giorno: "PRIMA CHE IL TEMPO NE CANCELLI LE ORME" di Lucrezia Maggi



Di Lucrezia Maggi
Editore Print Me, 2016 (seconda edizione), pag.83

Genere: narrativa

Dove comprarlo: Amazon
                             Ibs
                             La Feltrinelli



Un libro che vuole essere uno scritto di denuncia e al tempo stesso una forma di saluto ad una madre che è andata via troppo presto e troppo in fretta. E’ un piccolo libro che narra una storia di poco più di 20 giorni, eppure è una storia lunga una vita, come ogni rapporto tra una madre e i suoi figli. Purtroppo è anche una storia di mala sanità, di una morte non spiegata, in cui dubbi e responsabilità si incontrano e si scontrano senza venire mai a capo della verità, tanto desiderata dalla scrittrice. E’ per questo che non si riesce a dare un nome al dolore, che non si riesce ad elaborare un lutto che è considerato ingiusto e immeritato. Facilmente la nostra autrice, come spesso accade, non avrà mai una risposta e non otterrà mai giustizia, ma questo libro, intimo e delicato, forse può essere di aiuto a chi ha vissuto la stessa storia, a chi ha perso qualcuno inspiegabilmente dentro un reparto ospedaliero, e spero sia da monito a molti camici bianchi, a volte poco attenti, superficiali, perché ricordino che i pazienti curati ogni giorno, sono legati a famiglie speranzose che in quel camice ripongono tutta la fiducia possibile.

Nessun commento:

Posta un commento