venerdì 31 marzo 2017

La recensione del giorno: "UNA DOLCE AMICIZIA" di Letizia Tomasino


UNA DOLCE AMICIZIA
di Letizia Tomasino
Youcanprint, 2017, pag.155
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Ho già letto altri romanzi di Letizia Tomasino e penso di poterla ormai definire una "scrittrice generosa" perché ha un modo originalissimo di descrivere i suoi protagonisti, quasi li volesse fare conoscere personalmente ai lettori, come se potessero fare parte della nostra vita come della sua. Onore al merito, forse è il più interessante dei suoi libri letti, perché tratta di un argomento ancora spinoso con una tale leggerezza e delicatezza da farti pensare che c'è ancora tanto chiasso per nulla. Eva e Rossella condividono una preziosa amicizia che si trasforma nel tempo diventando amore, con tutte le implicazioni del caso, incertezza, paura di non essere abbastanza, timore di non essere accettate dalla società. Eppure, come spesso accade, il sentimento sconfigge le paure e porta con sé  la possibilità di un mondo migliore, promettendo al lettore che tutto si può risolvere, conducendolo ad un lieto fine, con la sola spinta del coraggio e del sorriso.

venerdì 17 marzo 2017

La recensione del giorno: "DECIMO PIANO, INTERNO QUATTRO" di Mario Abbati

DECIMO PIANO, INTERNO QUATTRO
di Mario Abbati
Alter Ego Edizioni, 2016, pag. 352
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Il nuovo romanzo di Mario Abbati è una sorta di Grande Fratello condominiale, dove si intrecciano storie e personaggi pieni di mistero e contraddizioni. Il protagonista è Aleandro Martinez, un trentacinquenne deciso a prendere una pausa dalla propria vita e che trova nell'offerta di ospitalità di un'amica la soluzione al suo desiderio di voltare pagina. Quello che apparentemente sembra un condominio tranquillo, in realtà sarà teatro di incontri inquietanti e misteriosi accadimenti. Il condominio è un complesso di due palazzi gemelli di tredici piani, di cui solo il palazzo A è abitato, mentre il palazzo B sembra essere deserto. Dalla sua finestra al decimo piano, Aleandro percepirà misteriose presenze che saranno uno stimolo fortissimo per la sua innata curiosità. Una rinnovata passione verso la vita farà capolino nella sua ricerca della realtà e il lettore sarà coinvolto in questa ricerca fino all'ultima pagina.


lunedì 13 marzo 2017

La recensione del giorno: "L'AMMERIKANO" di Pietro De Sarlo

L'AMMERIKANO
di Pietro De Sarlo
Europa Edizioni, 2016, pag. 204
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Un romanzo di altissimo spessore per questo autore, le cui origini lucane emergono orgogliosamente in ogni pagina del suo romanzo, a metà strada tra il noir e la commedia. La rocambolesca fuga dell'ammerikano, alias Wilber Boscom, si intreccia alle storie degli abitanti di Monte Saraceno, un paesino fin troppo tranquillo della Basilicata. Nello stesso libro, i lettori più attenti troveranno un romanzo storico, narrante le vicende del nostro bel Paese, e un trattato psicologico, che analizza le inquietudini del protagonista, votato alla solitudine, e dei suoi concittadini, forse troppo poco propensi a prendere in mano le sorti del proprio destino. La trama è duplice e solo verso il finale della storia si sveleranno i legami tra i protagonisti e gli intrecci delle singole storie. Il finale non vi deluderà così come tutto il libro, una lettura davvero piacevole, ricca di particolari, dove il dialetto arricchisce i dialoghi e avvicina il lettore agli attori di questa spettacolare commedia.

venerdì 10 marzo 2017

La recensione del giorno: "BELLO E MALEDETTO" di Daniele Sbaraglia

BELLO E MALEDETTO
di Daniele Sbaraglia
Editore Lettere Animate, 2016, pag. 208
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Il nuovo romanzo di Daniele Sbaraglia narra di un moderno Don Giovanni che il lettore apprezzerà fin dalle prime pagine. Shon è il giovane protagonista, figlio di una separazione difficile, costretto a diventare adulto troppo presto e troppo solo, farà dell'indipendenza la sua ragione di vita, sempre in cerca di amore, e al tempo stesso incapace di legarsi a nessuno. Sembra un pessimo compagno e un pessimo padre, tutto dedito alla carriera di neurochirurgo, eppure nel suo continuo cambiare compagna di vita vediamo una necessità di appartenere a qualcuno, seppure per un breve periodo. Come spesso accade, arriva il momento in cui il protagonista sarà costretto a fare i conti con la sua vita e dovrà affrontare un percorso di crescita e consapevolezza che lo porterà a conoscersi meglio. Ottima lettura con notevoli aspetti psicologici, lontano dal cliché dello sciupafemmine, vi inviterà a porvi domande interessanti sul protagonista e su voi stessi.

martedì 7 marzo 2017

Presentazione opera: IL MONDO FINISCE AL CAFFE' TORREFAZIONE, di Paolo Autino

Presentazione opera:
IL MONDO FINISCE AL CAFFE' TORREFAZIONE
di Paolo Autino
Genere: Narrativa

Dove comprarlo: Amazon
                             Ibs
                             La Feltrinelli

Perchè comprarlo:
Il racconto è pieno di personaggi e situazioni sorprendenti, è incalzante e coinvolgente, ma anche caratterizzato da profondi significati esistenziali e da un'acuta analisi psicologica dei personaggi. Il romanzo narra una vicenda tragica, ma lo fa con leggerezza, alternando brani intensamente drammatici ad altri in cui prevale l'ironia o addirittura la comicità aperta. Lo stile è originale, accattivante, divertente. L'opera ha vinto la XIX edizione del Premio letterario L'INCONTRO.

Trama:
In una notte del 1977, a Vercelli, nell'atmosfera della piccola provincia piemontese, si incrociano e si compiono tragicamente, in una ridda di eventi paradossali e drammatici, i destini di diversi personaggi: i fratelli Totò e Rosario Nocera, due sbandati, che da sempre si odiano e contrastano a vicenda; Gianni e Alberto, adolescenti frustrati e inetti, perseguitati da Totò Nocera per un presunto sgarbo; Flavio e Nicandro, due disabili, mentalmente ritardati, oggetto degli scherni e delle prepotenze dei due ragazzi; il poliziotto Antonio, ubriacone, ma generoso, ed Ettore, detto il Fantino, religiosissimo e smemorato, i quali cercano entrambi di salvare Gianni e Alberto dalle grinfie di Nocera. Un'umanità varipinta, un po' gaglioffa, non di rado violenta, divertente e nel contempo tragica. Su tutti i personaggi giganteggia Totò Nocera, giovane impavido e contraddittorio, cattivo con tutti, arrabbiato con se stesso e con la vita. In quella notte del 77, a Vercelli, Totò si troverà a dare la caccia, contemporaneamente, a suo fratello Rosario e ai ragazzi Gianni e Alberto, per vendicarsi di loro. Li troverà? Un evento tragico sconvolgerà la sua esistenza, costringendolo a prendere finalmente coscienza di sé e della propria vita miserabile, fino a maturare una decisione estrema.
Il mondo finisce a Vercelli, al Caffè Torrefazione: è quello che Gianni e Alberto hanno fatto credere a Flavio, per spaventarlo. Eppure non è solo una fantasia, e i due ragazzi lo capiranno alla fine del romanzo. E’ la concreta verità dell’esistenza, nel senso che la vita pone a ognuno di noi dei limiti invalicabili. Uno, innanzi tutto: noi stessi. Per Totò Nocera il limite è la sua anima violenta, per Gianni e Alberto la propria debolezza e vigliaccheria, per Flavio la demenza. Insomma, il mondo finisce sempre, in ogni istante, al Caffè Torrefazione come in ogni altro luogo, ogniqualvolta sperimentiamo l‘impossibilità di essere diversi da quel che siamo.
E proprio all'ombra del Caffè Torrefazione si conclude la storia: qui i protagonisti – Totò Nocera, l'odiatissimo fratello Rosario, i ragazzi Gianni e Alberto, e Flavio, il demente – si ritroveranno, tutti quanti, chiudendo definitivamente i conti tra di loro. 
 

mercoledì 1 marzo 2017

Incontro con l'autore: SILVIA BRINDISI

INCONTRO CON SILVIA BRINDISI

Sono nata a Roma , ho 36 anni amo la mia città e sono educatrice professionale di comunità. 
Mi piace il mare , scrivere e leggere. 
Ho pubblicato nel 2009 un saggio all' interno del libro " Prevenzione e qualità della vita. Il ruolo degli educatori con i minori " (Kappa edizione  ). Nel 2015 ho pubblicato un libro con alcune favole per bambini chiamato " Amicizie magiche " e a settembre del 2016 ho pubblicato il mio secondo libro " Chi parla poco ha gli occhi che fanno rumore ".


· Ti va di presentarti ai nostri lettori?

Sono Silvia Brindisi, ho 36 anni vivo a Roma e amo la mia città.

Sono educatrice professionale di comunità e ho alcune passioni come scrivere, leggere, viaggiare , il mare e ascoltare la musica.

Sono una persona solare, determinata, ma anche sognatrice, ribelle, sincera a cui piace emozionarsi con ciò che la vita mi riserva di bello. Non perdo mai il sorriso, anche se non sempre è facile, perché penso che sorridere faccia bene a se stessi , agli altri e a vivere la vita in un modo diverso.

Non sopporto le persone negative ed ipocrite.

Mi piacerebbe che molte situazioni difficili nella nostra società finiscano e ci sia più serenità e pace per tutti.

· Com’è nata questa passione per la scrittura?

Mi è sempre piaciuto scrivere sin da adolescente, ma prima scrivevo miei pensieri e riflessioni poi con il tempo questa mia passione è cresciuta sempre più fino a voler condividere con gli altri le mie emozioni, grazie alla pubblicazione dei due libri.

· Quante pubblicazioni hai all’attivo e cosa ricordi dei momenti in cui hai realizzato di essere edito ? Raccontaci le tue emozioni.

Ho pubblicato due libri compreso l'ultimo, con due case editrici diverse.

Ricordo precisamente quando l'estate scorso ho inviato il mio libro a varie case editrice no profit e non ebbi nessuna risposta. Avevo messo in conto anche questo, ma poi per fortuna ho avuta la risposta della mia attuale casa editrice, la LFA Publisher che a settembre 2016 mi ha pubblicato il libro, senza chiedermi nessun contributo.

Non ci potevo credere e sono stata davvero che ciò è accaduto soprattutto perché a questo libro sono molto legata ed è stata una grande e bella soddisfazione.

· La pubblicazione dei propri libri è il sogno nel cassetto di tutti gli esordienti. Sei soddisfatta dei risultati?

Si sono soddisfatta e spero vada sempre meglio. Soprattutto perché tutto è successo quando non ci speravo più e ciò mi fa dire che ho fatto bene a seguire il mio intuito e la voglia di realizzare ciò in cui credo.

Sicuramente non mi fermo qui.

· Sei qui per presentarci “Chi parla poco ha gli occhi che fanno rumore”, il tuo nuovo romanzo che presto recensiremo sul nostro Blog. Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il tuo libro? C’è un messaggio in particolare che vorresti si cogliesse durante la lettura?

I messaggi che vorrei si cogliessero sono diversi, ma uno in particolare è quello di non aver pregiudizi verso gli altri, soprattutto se in difficoltà perché basta poco, da un sorriso ad un gesto, per star meglio e far star meglio.

Soprattutto essere più empatici, buoni ad ascoltare e capire gli altri, perché tutti attraversiamo o possiamo vivere momenti difficili ed è importante non essere soli, mai.

· Puoi riportarci un breve passaggio tratto dal libro?

Certo con immenso piacere : “Aveva sempre saputo che il padre era tra quelle stelle che ogni notte brillano nel cielo, anche se non sempre si vedono. Sapeva che sarebbe stato sempre lì per lei, pronto a guidarla e proteggerla.

Inevitabilmente scese le lacrime sul suo dolce viso, per la malinconia e la mancanza che i ricordi dei momenti vissuti col padre le recavano .”

· A chi consiglieresti il tuo romanzo?

Lo consiglio agli adolescenti, ai ragazzi universitari e agli adulti .

E' un romanzo semplice, vero e pieno di emozioni.

· Convinci chi sta visionando questa intervista a leggerti e specialmente a comprarti.

Consiglio di leggere il mio libro, perché è scritto col cuore, e racconta anche qualcosa di vero, ovvero la realtà dei senza fissa dimora ma anche quanto alcuni incontri casuali che capitano nella nostra vita, possano cambiarci e cambiare la vita di chi incontriamo.

Nulla dev'essere mai dato per scontato.

Spero che lo leggerete e che vi emozionerà.

E' un libro che si trova sia in libreria che online anche come ebook, pieno di emozioni, determinazione e anche amore.

Vi ringrazio per questo spazio e mi raccomando seguitemi sul mio sito www.SilviaBrindisi.it e sulla mia pagina di Fb “I miei libri” dove potete leggere e vedere tutte le mie novità.