giovedì 2 febbraio 2017

La recensione del giorno: "LU SCANTU" di Letizia Tomasino

LU SCANTU
di Letizia Tomasino
Youcanprint, 2016, pag.157
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                            La Feltrinelli

La nostra scrittrice si definisce una "cuntastorie" e il termine le calza a pennello perché se a scrivere sono bravi quasi tutti, raccontare delle storie, anche dolorose, con delicatezza e maestria, non è sempre facile. Ho trovato questo libro persino migliore del precedente, forse troverete delicato l'argomento, ma se ne parla ancora troppo poco e la pedofilia meriterebbe più attenzione. Ecco quindi che Letizia Tomasino scrive una storia di denuncia con la penna di una scrittrice di romanzo paesano. Roccabusambra diviene nuovamente teatro di un delitto efferato e la morte di una bambina mostra ancora una volta i lati oscuri dei suoi abitanti, che diventano caricature di uomini e donne che ognuno di noi potrebbe conoscere, nelle piccole o grandi città che abitiamo. Una prosa interessante, ben studiati i protagonisti, il linguaggio, a tratti necessariamente dialettale, è comprensibile e intrigante. I personaggi oscuri si alternano a quelli positivi, lasciando al lettore la speranza che qualcosa possa cambiare e che l'omertà si possa sconfiggere, restituendo alle vittime e alle famiglie la dignità calpestata.

Nessun commento:

Posta un commento