venerdì 4 novembre 2016

La recensione del giorno: "L'AVVERSARIO SENZA NOME" di Isabella Rampini

L'AVVERSARIO SENZA NOME
di Isabella Rampini
Editore Campi di carta, 2016, pag. 390
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Confesso che ho iniziato la lettura di questo romanzo con un po' di timore, non conoscevo minimamente il mondo del football e non ho mai avuto alcun interesse per questo sport. L'autrice ha però il dono di descrivere le scene con tanta nitidezza da fare entrare il lettore nella storia facilitando la partecipazione (di aiuto anche il glossario iniziale per i neofiti della materia) e l'empatia con il protagonista principale. E' una storia di riscatto, di ricostruzione della propria storia, dell'umana capacità di decidere il proprio destino o di ricostruirlo quando il piano iniziale sembra essere fallimentare. Dylan non ha un carattere facile, i contrasti con il padre lo hanno reso duro e disilluso, ma la vita lo aiuterà, anche nei suoi eventi drammatici, a fare i conti con il passato e a gioire delle piccole cose, la montagna, i suoi amati animali, le nuove amicizie. Un romanzo avvincente, da cui traspare l'amore per lo sport e la montagna da parte dell'autrice, vi affascinerà fino all'ultima pagina.

Nessun commento:

Posta un commento