martedì 9 agosto 2016

La recensione del giorno: "1986" di Giuseppe Ottomano

1986
Giuseppe Ottomano
Edizioni Leucotea, 2016, pag.232
Genere: narrativa moderna

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Consigliato a: lettori in vacanza, per chi cerca un momento di vero svago, nostalgici degli anni '80.

A metà strada tra una commedia all'italiana e un libro di satira, questo romanzo di Giuseppe Ottomano è una ventata di aria fresca da godersi in spiaggia o dovunque decidiate di trascorrere le meritate vacanze.Tommy e Andrea sono due allegri ragazzi e sembra non abbiano molti pensieri se non andare a caccia di ragazze e godersi il divertimento garantito dall'eredità ricevuta. A modo loro ritengono di essere anche amici affidabili, ma il povero Max che vorrebbe delle buone orecchie per le sue sofferenze amorose forse li giudicherebbe diversamente. Di sicuro sanno come godersi la vita e il loro viaggio in cerca di conquiste e di avventure vi divertirà e vi farà sognare di fare altrettanto. Una storia in movimento che, paradossalmente, si snoda tutta attorno ai fatti storici del 1986, lasciando incuriosito e sbigottito il lettore. Tommy e Andrea sono alla ricerca di quella felicità e quel senso della vita che accomuna tutti noi, forse il loro punto di forza è la capacità di non farsi limitare dalle convenzioni e concedersi il lusso di vivere pienamente secondo le proprie necessità. Un libro dal linguaggio semplice che ottiene lo scopo: coinvolgere e divertire il lettore senza volere a tutti costi insegnare qualcosa ma lasciando libero chi legge di trarne la morale che desidera.


Nessun commento:

Posta un commento