domenica 24 luglio 2016

Presentazione opera IL CAPPOTTO DELLA MACELLAIA, di Lilia Carlota Lorenzo

Presentazione opera
IL CAPPOTTO DELLA MACELLAIA
di Lilia Carlota Lorenzo

Genere: Romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                             Ibs
                             La Feltrinelli

Perchè comprarlo:
Commento editoriale di Mondadori: Dopo il grandissimo successo in digitale – self-publishing più venduto di Amazon nel 2013 con più di 200 recensioni con una Media di quattro stelle –, Il cappotto della macellaia arriva finalmente in libreria in una versione corretta e rivista.
Lilia Carlota Lorenzo porta in Italia il carattere più autentico dell’America Latina. Fonde le atmosfere magiche di Gabriel García Márquez e la passione malinconica del tango di Gardel per creare una propria voce: ironica, indolente, sboccata e sanguigna.
Ci regala personaggi indimenticabili dalla scorza durissima, situazioni crude e surreali che ricordano quelle dei film dei fratelli Coen e il libri di Daniel Pennac.

Trama:
Accidia, superbia, gola, invidia, lussuria…
Cinque dei sette peccati capitali.
Sei comandamenti infranti…
Troppo per un paese di otto isolati e 207 abitanti.

Palo Santo, un paese apparentemente innocuo della pampa argentina. I pettegolezzi corrono più veloci dell’incessante vento che annuncia l’arrivo del temporale.
Mentre la sarta continua a cucire e scucire il cappotto per la figlia della macellaia, che a forza di ingozzarsi di paste con la panna non fa che ingrassare, si consuma un insolito e inquietante omicidio e una serie di fatti strani cominciano ad accadere.
Quale orribile scena ha visto il bambino della sarta nella cucina della bellissima merciaia Solimana al punto di scappare terrorizzato ogni volta che la vede?
Perché lei spaventa sua sorella ritardata con il fantasma della madre morta e attira gli uomini del paese a casa sua? E che inconfessabile segreto custodisce Marcantonia, la povera sorella di Solimana?
Ne sa qualcosa la bizzarra telefonista, che si nasconde così non vedono come invecchia, ma ascolta le telefonate di tutti segnandole in un quaderno. E ancora di più ne sa Zotikos, immigrante greco in pensione, che dietro la toppa della sua porta tiene sott’occhio l’intero paese... 


Nessun commento:

Posta un commento