venerdì 15 luglio 2016

La recensione del giorno: "LE TELE DI VALERIE" di Angela Nese

LE TELE DI VALERIE
di Angela Nese
Montedit, 2016, pag.80
Genere: narrativa italiana

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Consigliato a: lettori esigenti

Questo piccolo libro di Angela Nese merita che prendiate un paio di ore libere senza distrazioni, non riuscirete ad iniziarlo e poi lasciarlo in attesa, forse proprio per questo l'autrice decide di non scrivere una lunga opera ma di deliziarci con una breve storia piena di fascino.
Valerie è una bambina strana che diventa una ragazza e poi una donna che tutti decidono di etichettare come matta o strana, dopo anni vissuti in una clinica dalla pareti troppo bianche, decide di chiudersi in un isolamento lungo cinque anni nella sua grande casa, trascorrendo il suo tempo con gli amati gatti e le sue tele, in cui ogni giorno per anni cerca di imprimere i suoi demoni, cercando di "fissare il non fissabile". La sua è una casa senza cancello, il giovane Orazio scopre che è possibile entrare e curiosare in questo esilio volontario di Valerie. Vi invitiamo a leggere il libro, scoprirete che l'etichetta di"strano, matto, fuori dal comune" che molto spesso usiamo nei confronti dell'altro, ci priva di alcune esperienze e ricchezze che l'altro possiede e di cui potremmo essere testimoni e spettatori. A volte dietro una decisione di isolamento e silenzio, si nasconde un'anima che ha scelto di prendersi il tempo necessario per scacciare i propri demoni, dare loro un volto e risorgere a nuova vita, con colori diversi.


Nessun commento:

Posta un commento