venerdì 1 luglio 2016

La recensione del giorno: "LA CUSTODE DEI SE" di Alma Minghi

LA CUSTODE DEI SE
Alma Minghi
Terre Sommerse Editore, 2016, pag. 193
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Consigliato a: ragazze, mamme e figlie, viaggiatrici, donne in cerca di sé, donne custodi dei se.

Alma Minghi al suo romanzo d'esordio è una piacevole sorpresa, una lettura profonda e piena di sentimento che descrive senza presunzione gli stati d'animo della giovane Sophie, giovane parigina che dopo il diploma decide di trasferirsi a Roma per studiare e conoscere il mondo. Una scelta simile a quella di molti suoi coetanei, ma Sophie sceglie con coraggio di lanciarsi in questa avventura per seguire il suo sogno di diventare scrittrice, nonostante la sua paura del cambiamento e la nostalgia verso l'amata mamma. La sua giovane vita sarà segnata da due incontri importanti e solo alla fine della lettura scopriremo se e quali legami ci sono fra questi personaggi. Intanto possiamo incoraggiarvi alla lettura, alla scoperta delle fragilità e della forza di questa protagonista, che ci invita a riflettere sull'importanza del prendersi cura del proprio sé, del tempo necessario per elaborare le mancanze, i lutti, le partenze. Alma Minghi ci ricorda che non è necessario essere perfetti a tutti costi, abbiamo il diritto di curare le nostre ferite, esponendole allo sguardo degli altri con fiducia, affidandoci a chi conosce i nostri stessi dolori. Ancora due caratteristiche rendono questo romanzo unico nel suo genere: una facciata senza troppi fronzoli, una quarta di copertina con la sola foto dell'autrice, senza anticipazioni o recensioni. Infine pagine bianche quasi a separare i capitoli non numerati del libro dedicate al lettore che volesse lasciare le sue riflessioni per se stesso o per una rilettura finale, magari facendone strumento di un percorso personale di consapevolezza.

Nessun commento:

Posta un commento