giovedì 30 giugno 2016

La recensione del giorno: "ANNA E LUI" di Selina De Vivo

ANNA E LUI
Selina De Vivo
Maglio Editore, 2015, pag.128
Genere: romanzo

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Consigliato a: donne in cammino, amiche, mamme, lettrici dei romanzi profondi, viaggiatrici.

Il primo romanzo di Selina De Vivo ha tutti gli ingredienti per essere una buona lettura. Anna e Sandy sono amiche da tantissimo tempo, divenute ormai custodi dei segreti e dei sogni l'una dell'altra, si proteggono e incoraggiano vicendevolmente. Quando Anna viene a mancare prematuramente lascia alla sua amica, aspirante scrittrice, l'eredità scomoda di scrivere la storia mai raccontata del suo incontro con Seth, un lui misterioso. Non vogliamo svelarvi altro, ma vi anticipiamo colpi di scena e strani personaggi che arricchiscono la storia. Anna e Sandy, forse senza saperlo, si completano, istintiva la prima quanto riflessiva e controllata la seconda, e le loro vite si intrecciano fino al colpo di scena finale. E' una storia di amore e di amicizia, una storia di donne vincenti, anche se in modi diversi, che ci fa riflettere sulla fragilità e la forza della vita, non intesa come un mero susseguirsi di momenti, ma vissuta profondamente e fino in fondo, con il rispetto delle proprie aspirazioni e inquietudini. La lettura a aiuta a comprendere e accettare alcune sfaccettature oscure della personalità femminile.






mercoledì 29 giugno 2016

Presentazione opera: CAMPO DI CONCENTRAMENTO SENZA LACRIME, di Sergio L. Duma

Presentazione opera

CAMPO DI CONCENTRAMENTO SENZA LACRIME
di Sergio L. Duma

Genere: Thriller/Noir


Dove comprarlo: Amazon
                             Ibs
                             La Feltrinelli

Perchè comprarlo

Il libro si rivolge agli estimatori del genere thriller/noir, ai fan del mystery e di serial televisivi sul genere Twin Peaks/X-Files e potrebbe piacere a coloro che intendono riflettere sullo stato di manipolazione e di controllo delle idee da parte del sistema mediatico/comunicativo contemporaneo.

Trama

La vicenda si svolge in un paese di provincia, Monteneve, ed è raccontata da diversi personaggi. Monteneve è un posto tranquillo ma tutto cambia quando una mattina viene trovata una ragazza, Debora Rossi, in stato confusionale dopo aver subito orribili torture. Viene subito condotta in ospedale e cade in coma. L’avvenimento sconvolge la popolazione anche perché Debora era già piuttosto chiacchierata. In precedenza, aveva infatti partecipato a un reality show, ottenendo un breve momento di popolarità. Ma Debora non era amata poiché aveva rilasciato dichiarazioni offensive nei confronti di Monteneve. A rendere ancora più inquietante l’accaduto è il fatto che anni prima in città si era verificato un orribile crimine. Una bambina, Clementina, era stata trovata morta in un bosco a poca distanza da Monteneve e l’assassino non era mai stato scoperto. Da alcuni particolari, sembra che sia l’assassinio della bimba sia l’aggressione di Debora facciano parte di un macabro rituale. C’è quindi un maniaco a Monteneve? Oppure la risposta è più spaventosa e implica l’esistenza di una setta? Se lo domandano i vari personaggi del romanzo: Silvio, aspirante sceneggiatore che sta passando un periodo di depressione; la moglie, un’insegnante attratta da un alunno, Vittorio, adolescente indisciplinato a sua volta attratto da lei; la sorella di Vittorio, Gloria, e il fratello maggiore Saverio, nonché Laura, una ragazza che frequenta quest’ultimo. A complicare la situazione c’è la Psychic Inc., una strana società americana che ha deciso di aprire una filiale a Monteneve. Qui lavora Saverio e il giovane capisce che la Psychic sta monitorando la zona per ragioni misteriose. I responsabili peraltro conoscono la verità sull’aggressione ai danni di Debora e stanno eseguendo un incredibile esperimento. Perché i protagonisti si sentono osservati in continuazione? Che cosa sta succedendo? Un altro abitante di Monteneve, Italo, conosce la risposta ed è in combutta con la Psychic. Esiste un complotto che non riguarda però solo Monteneve ma coinvolge altre aree del pianeta e varie persone. Tra queste, l’enigmatica Jenny Steroid, scrittrice americana di romanzi horror al centro di aspre controversie, e il cantante di una pop band inglese, i Sex Mosquitoes. Chi è la mente del complotto? Il diavolo, forse? E quali sono le sue finalità? La soluzione si trova in un’espressione coniata da Aldous Huxley: ‘Campo di Concentramento Senza Lacrime’. Quando alla fine i personaggi ne comprenderanno il senso, nulla sarà più come prima.

Presentazione opera: E' QUI CHE VOLEVO STARE, di Monica Brizzi

Presentazione opera:

E' QUI CHE VOLEVO STARE
di Monica Brizzi

Genere: Romance
Formato eBook (1,99 euro)

Dove comprarlo: Amazon
                           Ibs
                           La Feltrinelli

Perchè comprarlo 

È qui che volevo stare è la storia giusta per l'estate, per chi ama viaggiare, per chi ha nostalgia dei tempi andati, per chi guarda al futuro. È quella storia da portare in vacanza, da leggere sotto l'ombrellone, quella che ti fa rivivere i ricordi, sentire il sapore della Grecia. Che ti coinvolge in una storia d'amore che gli stessi dèi sembrano volere. 

Trama
Una promessa fatta dieci anni prima. Tornare in Grecia, ancora una volta, tutti insieme. È questa l’idea che spinge un gruppo di trentenni a ripetere la gita dell’ultimo anno di scuola. Peccato che Sofia, una ventinovenne così rossa e piena di lentiggini da essersi meritata il soprannome di Gnomo, non sia pronta a ritrovare tutti, soprattutto Michele, l’ex da cui cerca di scappare. Ma anche Giusti e Paolucci, l’imbucato Martinelli, le ragazze della E, il professore di storia dell’arte, la bidella, Tommaso, l’amico di sempre, il ragazzo di Ragioneria che conosce sin dai tempi delle medie. Tra strane scoperte, nuovi amori, tradimenti, serate in discoteca, pianti e risate a non finire, immersa nella Grecia delle grandi divinità, Sofia riuscirà una volta per tutte a sconfiggere la sua chimera?

Biografia 
Monica Brizzi, classe 1983, scrive da quando è poco più che una ragazzina. Ama leggere un po' di tutto, dai grandi classici alla fantascienza. Quando scrive, però, finisce sempre per raccontare storie d'amore ironiche. Oltre a È qui che volevo stare ha pubblicato Innamorarsi ai tempi della crisi e Il mio supereroe, edito da Delos Digital.  


martedì 28 giugno 2016

Recensione del giorno: "INGRID E RICCIONE" di Pee Gee Daniel

INGRID E RICCIONE
Pee Gee Daniel
Edizioni La Gru, 2014, pag.77
Genere: narrativa italiana

Dove comprarlo: Ibs.it
                          Amazon
                          La Feltrinelli

Consigliato a: sognatori, viaggiatori, lettori che non si accontentano facilmente.

Pee Gee Daniel non è al suo primo romanzo e se leggerete questo libro scoprirete subito che ha un linguaggio ricercato, quasi poetico, tipico di chi ci sa fare con la scrittura, tanto da farne un mestiere. Ingrid è una ragazza sicuramente bellissima e forte, benché la vita le abbia negato uno dei beni più importanti. Non vogliamo svelarvi nulla, è un piccolo romanzo e qualsiasi anticipazione vi toglierebbe il piacere della sorpresa. Vi diciamo solo che è ricco di sorprese e va oltre la vostra immaginazione, dovrete aprire lo sguardo e leggere oltre le righe, non pensate che sia la semplice narrazione del viaggio della bella Ingrid nella soleggiata Riccione, si tratta invece di guardare al di là di ciò che l'occhio umano è abituato a vedere, dovrete spogliarvi dei vostri pregiudizi e accettare che, a volte, l'amore è capace di vedere il bello anche dove l'oscurità prevale.

                                                                     

domenica 26 giugno 2016

Recensione del giorno: "SONO FERMO, MI MUOVO" di Gianluca Giusti

SONO FERMO, MI MUOVO
MONTECATINI TERME, UNA STORIA NELLA STORIA
Gianluca Giusti
Editrice La Caravella, 2016, pag.200
Genere: guida storico-turistica

Dove comprarlo: La Feltrinelli
                           Amazon
                           Ibs.it
Consigliato a: viaggiatori, amanti delle terme, montecatinesi, collezionisti di guide turistiche.

L'ultimo libro di Gianluca Giusti è una vera sorpresa, a metà strada tra un romanzo e una guida turistica, vi trascinerà in un viaggio dettagliato e straordinario per le strade di Montecatini. Se non ci siete mai stati avrete voglia di fare le valigie e partire, ma credo che il libro sia indispensabile soprattutto per chi c'è già andato almeno una volta, solo leggendolo potrete scoprire quante bellezze avete perso, quante storie avete incrociato senza accorgervi di nulla. Montecatini Terme è conosciuta nel mondo per le sue acque e i percorsi salutari, ma il nostro protagonista e il suo elegante accompagnatore Wilson, vi faranno conoscere storie, vite vissute di chi Montecatini la conosce e la vive, la vedrete con gli occhi dei suoi cittadini e per tutta la durata del libro non vi sentirete dei turisti, dei "forestieri" ma cercherete le pasticcerie, i centri termali, i parchi, i negozi, le persone come se fosse la vostra città, magari al ritorno dopo una lunga assenza. La narrazione è arricchita da foto in bianco e nero che non trasformano il saggio in una guida turistica, ma affascinano il lettore e lo coinvolgono in questa passeggiata lunga una settimana tenendolo al passo con i due protagonisti.

NUOVA INIZIATIVA PER LA PRESENTAZIONE GRATUITA DELLE OPERE DEGLI AUTORI



Da oggi il sito www.opinionierecensionilibri.it mette a disposizione degli autori uno spazio gratuito nel quale pubblicare una o più presentazioni delle loro opere. Basta inviare una richiesta con la presentazione del libro seguendo le istruzioni specificate in seguito.
Mandare una mail a opinionierecensionilibri@gmail.com con oggetto “presentazione opera”, con titolo del libro, nome dell’autore, genere (fantascienza, fantasy, narrativa, libri per ragazzi, gialli, thriller, noir, horror, storico, romance), specificare perché una persona deve leggere e comprare questo libro, trama.

Occorre allegare un file di immagine (jpg/jpeg) della copertina di grosse dimensioni.

La presentazione sarà presa in considerazione e pubblicata entro pochi giorni sul sito e condivisa sulla pagina facebook collegata.

Se questa iniziativa è gradita, mettete un mi piace alla nostra pagina facebook www.facebook.com/opinionierecensionilibri e iscrivetevi come “lettori fissi” al sito www.opinionierecensionilibri.it

Grazie da tutto lo staff di “Opinioni e recensioni libri”.




sabato 25 giugno 2016

Recensione del giorno: "Nòstos. Il ritorno" di Giusy Del Vento

Nòstos. Il ritorno
Giusy Del Vento
Edizioni Il mio libro, 2015, pag.92
Genere: poesia

Consigliato a: amanti della poesia, viaggiatori, fotografi, naviganti, innamorati della natura.

Più che una raccolta di poesie, "Nòstos" si potrebbe definire una raccolta di fotografie, talmente limpide e delicate da farci immaginare scenari e viaggi narrati con delicatezza dall'autrice. I versi non hanno la presunzione di voler essere ricercati ad ogni costo e proprio per questo diventano fruibili a tutti, senza la fatica di doverli comprendere o interpretare. Giusy Del Vento ha il dono di descrivere viaggi e ritorni con poche parole, vi ritroverete almeno in una delle sue poesie e come per le canzoni dei grandi cantanti, vorrete chiederle quando vi siete conosciuti, come ha fatto a descrivere così intimamente il vostro stato d'animo. Brevi ritratti di vita vissuta o di attimi, si leggono uno dietro l'altro con il desiderio di scoprire al più presto quale viaggio nasconde la prossima poesia. Anche l'assenza dei titoli, forse ricercata dall'autrice, rende la lettura più scorrevole e piacevole.

giovedì 23 giugno 2016

Recensione del giorno: "STORIA DI NOEMI" di Marianna Costa

STORIA DI NOEMI
Marianna Costa
Edizioni Leucotea, 2016, pag.67
Genere: narrativa italiana

Dove comprarlo: Amazon
                           La Feltrinelli

Consigliato a: genitori in lutto, genitori adottivi, psicologi, medici, assistenti sociali, per chi si impegna a migliorare la situazione psicosociale delle famiglia, agli estremisti del modello accademico.

Marianna Costa è al suo romanzo di esordio e ci presenta un libro duro da leggere, adatto a chi non vuole tenere gli occhi chiusi di fronte alle ingiustizie della vita. I genitori protagonisti della storia vivono il lutto straziante per la perdita del loro unico figlio ma preferiscono sopravvivere al dolore e donare la loro capacità genitoriale, il loro amore a qualche figlio abbandonato dalla famiglia e dalla società. Nella loro vita arriva Noemi, con un carico di dolore e di rabbia che ha radici lontane e inesplorate e quello che doveva essere un cammino di rinascita diventa per tutti i protagonisti una lotta contro le ingiustizie di un sistema sociale carente e inaffidabile. Se Noemi e i coetanei che frequenta sono affetti da maladolescenza, ciò che stupisce della narrazione sono gli abissi raggiunti da una malasocietà o malasanità che, invece di adottare un ascolto empatico e accogliente delle persone richiedenti aiuto, si lega presuntuosamente al modello accademico, alle procedure ufficiali, alla burocrazia, senza aprire lo sguardo e l'ascolto alle richieste dei più deboli. Fermandosi alla prima impressione, si evita la fatica di scavare a fondo nel dolore di una ragazza che avrebbe molto da dire e che solo alla fine, prima che sia troppo tardi, decide di affidarsi nuovamente ai genitori e intraprendere con fatica e responsabilità un percorso di ricostruzione di sé.



martedì 21 giugno 2016

Recensione del giorno: "LA MENTE NON OSCURA" di Gianluca Giusti

LA MENTE NON OSCURA
Gianluca Giusti
Edizioni Epsil, 2015, pag.245
Genere: divulgazione scientifica

Compralo qui

Consigliato a: studenti di medicina, neuroscienze, psicologia, medici e affini, curiosi del cervello e della mente, diplomati alle prese con i test di ingresso universitario, chi crede che il nostro cervello funzioni solo al 10% delle sue possibilità, chi non crede a questa storia del risparmio energetico.

A due anni dalla pubblicazione di OscuraMente, Gianluca Giusti ci delizia con un'opera scientifica per tutti i lettori, più o meno esperti in materia "neuro". Ha il dono di utilizzare termini scientificamente corretti senza essere pesantemente accademico, è comprensibili ai lettori giovani come a quelli più esperti. Troverete spiegazioni sui meccanismi della memoria, della persuasione, della coscienza, della meccanica quantistica, oggi tanto in voga. Il suo maggiore pregio è la capacità di alternare nozioni scientifiche ad aneddoti o esempi che spaziano da momenti di vita quotidiana al cinema allo sport, rendendo tutto di facile comprensione. Piacerà ai non esperti del settore e fortunati gli studenti universitari che decideranno di leggerlo prima di imbattersi in pesanti volumi di neuroscienze, ma piacerà anche a chi questi tomi li ha dovuti affrontare (io per esempio) e non può che chiedere all'autore perché solo oggi ha deciso di scrivere questo libro così prezioso. Titolo e immagine di copertina ci rimandano all'idea che, seppure vogliano farci credere che il cervello e la mente siano inesplorabili, una buona parte di questi misteri può essere svelata, affidandoci alle scienze riconosciute, rimanendo sempre in bilico fra ciò che conosciamo e i misteri che ancora avvolgono la completa conoscenza della nostra mente.

giovedì 16 giugno 2016

Recensione librosa del giorno: "Ophelie potresti essere tu!" di Vivien Zinesi

OPHELIE
POTRESTI ESSERE TU!
Vivien Zinesi
Editore Marco Serra Tarantola, 2014, pag.60
Genere: diario

Acquista ora

Consigliato a: adolescenti, genitori, nonni, a chi pensa che l'adolescenza sia l'epoca più felice della vita, a chi non si rassegna e crede ancora nel lieto fine.

Il romanzo d'esordio di una giovanissima autrice è il diario di una sedicenne innamorata alle prese con le bellezze e le brutture della vita, con gli inganni e le illusioni che si possono nascondere dietro l'amicizia migliore, con il primo amore, con i genitori amati ma spesso troppo distanti. E' soprattutto la narrazione del dolore e del lutto per la perdita dell'amato nonno, descritto come il grande amore, la persona a cui Ophelie si affida con totale fiducia. La gestione di questa dolorosa mancanza diventa la strada da percorrere per raggiungere l'autonomia e la maturazione. Il diario è stato pubblicato 2 anni fa e ci rimane la curiosità di sapere come Ophelie è cresciuta, se ha trovato il cavaliere con l'animo cristallino che cercava, se è riuscita ad abbracciare le proprie mancanze, prendendosi cura della propria fragilità, continuando a rispettare i suoi saldi principi.
 

giovedì 9 giugno 2016

Recensione librosa del giorno: "LA CUSTODE DEL MIELE E DELLE API" di Cristina Caboni

La custode del miele e delle api Cristina Caboni
Garzanti, 2015, pag.328
Genere: romanzo

Consigliato a: aspiranti apicoltori, ambientalisti, viaggiatori, mamme, nonne, figlie, a chi crede nella forza dell'amicizia femminile, a chi non ci crede più, ai buongustai del miele.

Ci sono letture che ti fanno immaginare viaggi in luoghi lontani e poi ci sono i romanzi di Cristina Caboni che, senza che tu faccia neanche un piccolo sforzo, ti sollevano dal tuo comodo divano e ti portano su un prato di Abbadulche. Nessuno scrittore può scrivere tanto intensamente le vicende e i colori di una terra se qui non è cresciuto, se quei luoghi non li amati così tanto da diventare parte del suo essere in vita. Non è un romanzo di amore, sarebbe una definizione riduttiva, anche se parla di amore in ogni pagina, verso la propria terra, verso la madre naturale e la madre dell'anima, verso le api e la natura. Il miele è il protagonista di tutta la storia e scopriamo quanto possa essere benefico per il corpo e l'anima, quanto sia capace di avvicinare le persone e sanare le ferite, quanto possa diventare persino la strada che ti riconduce a casa dopo tanto peregrinare. Angelica è un'apicoltrice itinerante, diventa custode del miele e delle api ricevute in eredità e di questi doni farà strumenti per la conquista della propria e altrui felicità e per la salvezza della propria terra.