mercoledì 20 gennaio 2016

La recensione del giorno: "UADJET" di Andrea Lazzero e Giancarlo Facchini

UADJET Andrea Lazzero e Giancarlo Facchini
Cicorivolta Edizioni, 2015, pag.200
Genere: thriller

Un recentissima opera d'esordio scritta a quattro mani ambientata simultaneamente in due terre quanto mai lontane geograficamente e culturalmente. Siamo nel 2014 e i nostri protagonisti si muovono tra l'Italia e il Cairo impegnati nell'organizzazione di un festival di musica elettronica che si terrà all'ombra delle Piramidi d'Egitto. Se la location può sembrare stravagante per un evento musicale del genere, vi sveliamo subito che nel titolo stesso del libro c'è il segreto di questa comunione di interessi e di intenti; si vuole collegare il fascino, il mistero e la storia millenaria delle Piramidi e dei faraoni con la musica tanto amata dalle nuove generazioni e che utilizza la tecnologia per avvicinare mondi che prima sembravano troppo lontani. Il libro è ricco di colpi di scena, a partire da una morte misteriosa in cui il nostro protagonista Robb, un dj di fama internazionale, sarà suo malgrado coinvolto. Non vogliamo svelarvi nulla, ma vi invitiamo a leggerlo, perché è ben scritto, scorrevole, con un ritmo serrato che vi tiene incollati alla trama e perché ci porta in un luogo d'incanto con una storia non del tutto svelata.