giovedì 26 novembre 2015

La recensione del giorno: "Una corsa per la vita" di Fabiano Pini

UNA CORSA PER LA VITA
di Fabiano Pini
Edizioni Il Molo, 2015, pag.508
Genere: narrativa italiana

Fabiano Pini è al suo secondo romanzo, a pochi anni dall’esordio e dopo il felice diversivo della pubblicazione di Natalino. Lo troviamo oggi alle prese con una scrittura impegnata e matura, la storia di un pilota di rally, Fabio Autieri, che vede la sua felice e appagante vita di campione automobilistico sconvolta per la morte del suo navigatore e amico fraterno Andrea. Il dolore per questa perdita e il senso di colpa riempiono i successivi undici anni di vita e sarà questo viaggio obbligato e gli incubi che lo perseguitano a favorire la sua lenta ma positiva ripresa. Tornerà a gareggiare e a vincere, non prima però di aver imparato ad affidarsi all’amore di Laura e superato l’esame difficile per riprendere la licenza di conduttore. Un’opera sulle complessità della vita e sulla fiducia in se stessi, sulla perseveranza necessaria a superare gli ostacoli, quando ciò che blocca non è la sfortuna o il fato, ma il timore di non farcela e la responsabilità di dover investire tanto di sé nella ricerca della felicità e del successo. Per questo motivo, il brindisi del Commissario, uno strano personaggio che accompagnerà il nostro eroe nella sua rinascita, non è dedicato solo al pilota e al successo ritrovato, ma ad ogni uomo che, nonostante il dolore, riesce a sollevarsi e a vincere di nuovo.

Nessun commento:

Posta un commento