venerdì 13 novembre 2015

La recensione del giorno: "Oh mio Puccini caro" di Virginia Cerrone

OH MIO PUCCINI CARO
di Virginia Cerrone
Editore Lab Edition, 2015, pag.90
Genere: romanzo

In questo romanzo il maestro Puccini non è il protagonista ma fa da sfondo, anzi da colonna sonora alla vita della protagonista, Liù Donati, e alla sua storia d’amore. La nostra Liù è una donna moderna, conosce benissimo i suoi desideri e fa ciò che serve per realizzare i suoi sogni. Il suo motto è “solo chi desidera volare ci riesce” quindi accettare un posto di lavoro prestigioso nell’organizzazione del Festival Pucciniano di Torre del Lago sembra essere la giusta ricompensa all'amore forte e devoto che la nostra protagonista vive per la musica e per la magnifica Versilia. E’ un breve ma intenso romanzo, si legge facilmente in una sera e vi farà rimpiangere di non aver conosciuto questi luoghi narrati così appassionatamente o vi farà venire la nostalgia, se avete avuto la fortuna di calcare la terra pucciniana. Liù è una donna come noi che leggiamo la sua storia, è una donna volitiva, che si innamora e che aspira ad un lavoro appagante, che sogna la sua casa ideale e che ci insegna ad inseguire le nostre reali aspirazioni.

Nessun commento:

Posta un commento